Una strategia digitale per franchisor

Le opportunità che offre il web sono infinite ma i franchising le sfruttano?

Crisi o ripresa, alcuni settori rimangono in forte espansione. Uno di questi è il franchising, che in Italia è aumentato di oltre il 10% negli ultimi 6 anni. Questo dato la dice lunga rispetto a molte conclusioni.

Creare un brand non è un’impresa semplice, e alla portata di tutti. Per questo motivo, i piccoli e medi commercianti, non avendo una forza strutturata per la creazione di un brand con dei valori consolidati, scelgono di non rischiare in un “nuovo tentativo imprenditoriale”. Troppi impegni, troppe responsabilità, troppi rischi di insuccesso.
In un periodo di alta considerazione della brand reputation e di alta competitività, in un mercato sempre più alla ricerca di una nuova stabilità, affidarsi a chi ha già ben studiato e progettato questi fondamentali aspetti di comunicazione potrebbe rappresentare una soluzione ottimale per aprire una nuova attività commerciale più serenamente.

Abbiamo svolto specifiche analisi dell’audience potenzialmente interessata ad aprire un’attività come franchisee e ne abbiamo tracciato profili ben precisi, al fine di strutturare una mirata strategia digitale.
Avvalendoci di Google Adwords, siamo partiti dall’analisi di determinate keywords come:

– “aprire un franchising”;
– “aprire un franchising abbigliamento”;
– “vantaggi di aprire un franchising”;
– “quale franchising aprire”.

La media è di ben 5.000 ricerche per il mese di settembre 2015, in forte aumento rispetto ai mesi precedenti.
Successivamente abbiamo studiato il traffico degli utenti su determinati siti di settore, quali lavorofranchising, millionaire, topfranchising. Tramite il display planner di Google siamo risaliti alla misurazione e alla composizione del traffico.

Basandoci su questi dati, la “personas” (archetipi creati a tavolino per definire i propri clienti) che maggiormente è interessata al topic del franchising risulta essere compresa nella fascia 25-44, in maggioranza donna che naviga principalmente da dispositivi mobili (dato tutt’altro che irrilevante quando si parla di posizionamenti e formati adv).

Successivamente abbiamo indirizzato la nostra analisi verso un altro dei potenti strumenti del web, Facebook Insight Audience, fonte di infinite, ed inestimabili, informazioni a portata di strategia. Dalla nostra analisi risulta esserci, solo in Italia, più di un milione di persone attive su facebook che ha mostrato interesse verso il franchising.

Ma chi sono queste persone?

Troviamo conferma della fascia 25-44 e della maggiore percentuale di donne rispetto agli uomini.
In una società in cui l’emancipazione è sempre attuale, e sempre agognata, la forte presenza femminile indica una crescita dello spirito imprenditoriale nelle donne, che si avvicinano al franchising in quanto fonte di autonomia a basso rischio, e costo.

Da dove vengono?

La percentuale più alta rimane a Milano, seguita da Roma e Napoli. Ma l’aumento esponenziale dell’interesse per questo topic si rileva in Campania, una regione che nonostante le crisi, i problemi e il clima sfavorevole, conserva uno spirito imprenditoriale che trova nel franchising il suo alleato vincente.

I prodotti
citati

In virtù della strategia descritta, in questo articolo si parla di

Una buona strategia digitale non può mancare a grandi signori del business come i franchisor.

Cosa sappiamo di loro?

In prevalenza appartengono al settore del management, delle vendite, dell’amministrazione e della produzione. Il 50% è sposato, un dato che la dice lunga sull’identificazione del franchising come fonte sicura e stabile di investimento.

Questi dati importanti ci hanno portato a simulare una prima campagna di Facebook adv e a riscontrare i risultati. Le campagne di test che abbiamo fatto sono state suddivise per categoria merceologica, per osservare quale delle tante rispondesse maggiormente al nostro stimolo.
I dati riscontrati sono molto interessanti, e l’acquisizione di nuovi potenziali clienti con un’opportuna strategia digitale può funzionare.

Siamo in un mondo in cui il web gioca un ruolo fondamentale, e addirittura decisivo.

Una buona strategia digitale non può mancare a grandi signori del business come i franchisor.

Una strategia vincente in partenza, dove l’obiettivo non è farsi conoscere, ma semplicemente farsi trovare. Un mercato già pronto all’uso, in cui c’è una forte domanda consapevole che aspetta solo di essere soddisfatta.

Perché lì fuori, nel web, c’è un numero altissimo di potenziali franchisee “allo sbando” che non aspettano altro che essere incanalati nella giusta direzione: la tua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Digital transformation?
Parliamone