blog
Hubstrat Global Agency
Autore
Condividi l'articolo

Come rendere un sito web responsive? Scopriamolo insieme con parole semplici

Indice

Nell’era digitale in cui viviamo, la presenza online è fondamentale.
Che tu sia un’azienda, un blogger, un negozio online avere un sito web è ormai imprescindibile. Ma non basta avere un sito qualsiasi, deve essere “responsive”, requisito indispensabile della user experience.

Per creare siti responsive, bisogna pensare “mobile friendly”, in altre parole progettarlo per la visualizzazione su dispositivi mobili!

Web design responsive: che significa?

Cosa si intende per sito responsive

Il responsive web design rappresenta una metodologia di progettazione web volta a garantire un’ottimale visualizzazione dei contenuti, i quali si adattano fluidamente a qualsiasi dimensione di schermo e risoluzione, assicurando così un’esperienza utente uniforme su un’ampia gamma di dispositivi.

Come rendere un sito web responsive? Scopriamolo insieme con parole semplici - Hubstrat.
Fonte: Kinsta

Responsive web-design: perché è importante e quali sono i vantaggi

  • Migliora il posizionamento SEO del tuo sito web: i motori di ricerca tendono a premiare i siti web mobile friendly.
  • Riduzione tempi di sviluppo: gli ui/ux designer si concentrano su un’unica versione principale, quindi impiegheranno meno tempo per sviluppare il tuo sito web.
  • Aumento del tasso di conversione: un sito mobile friendly è più agevolato alla conversione.
  • Niente abbandono: gli utenti non abbandonano il sito a causa di una cattiva esperienza di navigazione.
  • Raggiungere un target decisamente più ampio: la maggior parte degli utenti navigano attraverso il mobile.

Come rendere un sito web responsive? Scopriamolo insieme con parole semplici - Hubstrat.

Come fare un sito responsive: i principi base

Nell’attuale era digitale, avere un sito ottimizzato per diversi dispositivi è divenuto un elemento imprescindibile.
Nel seguente paragrafo, esploreremo come realizzare un sito responsive, analizzando i principi fondamentali di questa metodologia. Scoprirete come garantire un’esperienza utente ottimale, indipendentemente dal dispositivo utilizzato per accedere al vostro sito.

Che tu sia un esperto web developer o un principiante appassionato, le informazioni che troverai ti aiuteranno a comprendere meglio come creare un sito che sia efficace e attraente per tutti gli utenti.

Grid system

Il grid System, sistema a griglia, sono una serie di linee orizzontali e verticali che insieme formano un layout di un sito web, in base al quale il designer allinea e dispone i vari elementi all’interno della pagina.

Un sistema a griglia responsive è un tool potente per creare progetti web che si adattano a diverse dimensioni dello schermo senza essere distorti. Incorporando grid system reattive nei tuoi progetti, sarai sicuro che il tuo sito web sarà facile da navigare su qualsiasi tipo di device.

Come rendere un sito web responsive? Scopriamolo insieme con parole semplici - Hubstrat.

 

Layout fluido

È un tipo di layout che permette di aumentare o diminuire in maniera dinamica le dimensioni – espresse in percentuale – dei diversi elementi della tua pagina web sulla base della dimensione della pagina browser.

Utilizzando le percentuali per esprimere le dimensioni degli elementi del sito web, esse si adatteranno alle dimensioni della pagina browser. Dunque questo piccolo dettaglio può rivelarsi molto importante per ogni realizzazione sito web responsive.

Come rendere un sito web responsive? Scopriamolo insieme con parole semplici - Hubstrat.

Media Queries

Le Media Queries sono dichiarazioni CSS che servono a individuare il tipo di dispositivo sul quale è visualizzato il sito web.

Le dichiarazioni CSS sono un linguaggio capace di gestire il design e le presentazioni delle pagine web.

Le media queries servono a rendere un sito web responsive perché consentono alla pagina web di comportarsi diversamente in base al device sul quale è visualizzata, indispensabili per un “sito responsive css”.

Come rendere un sito web responsive? Scopriamolo insieme con parole semplici - Hubstrat.

 

Sito web responsive: strumenti e risorse

La creazione di un sito web responsive richiede una comprensione delle migliori pratiche web, ma anche lo sfruttamento di strumenti e risorse adeguati. Facendo uso di tali strumenti, è possibile risparmiare tempo, ridurre gli errori e ottimizzare efficacemente il tuo sito web per una visualizzazione perfetta su qualsiasi dispositivo.
In questo paragrafo, discuteremo in dettaglio vari strumenti e risorse di cui potresti aver bisogno nel tuo percorso per costruire un sito web o anche una sola pagina web responsive.

Dalle librerie CSS alle soluzioni di test, queste risorse ti equipaggeranno con tutto ciò che ti serve per creare un design elegante e funzionale.

Framework e librerie CSS: differenze nella programmazione

 

Libreria Framework
È una collezione di funzioni specializzate per un determinato compito È una infrastruttura predisposta alla realizzazione di un’applicazione secondo un determinato approccio
È il nostro codice a decidere se e quando chiamare le funzioni messe a disposizione Il nostro codice si inserisce in questa infrastruttura per implementare il comportamento specifico della nostra applicazione

 

( Fonte: HTML.it )

 

Tool e plugin: tutto quello che devi sapere per ottimizzare il tuo sito web

  • Python e Django framkework: Per migliorare la leggibilità del tuo sito web.
  • Layout siti web responsive.
  • Tipografia responsive: con l’aiuto di plugin come Lettering.js che aiuta a controllare l’aspetto e la tipografia del tuo sito web, potendo gestire caratteristiche come spaziatura, interlinea e kerning.
  • Immagini flessibili: con strumenti come imgSizer.js, un tool che si assicura che le tue immagini abbiano un buon rendimento sul sistema operativo Microsoft generando differenti dimensioni della stessa immagine in base al device che sta usando l’utente.
  • Responsive web design testing: dei tool che servono agli sviluppatori e ai designer per essere sicuri che i siti web che hanno progettato o sviluppato siano fluidi dal punto di vista dell’esperienza utente. Esempi: Browserstack (per developer) e Modernizr (per designer).

 

Esempio di sito web responsive

Come rendere un sito web responsive? Scopriamolo insieme con parole semplici - Hubstrat.

Un esempio di sito web responsive è quello del New York Times.

Come rendere un sito responsive: passo dopo passo

Analisi e pianificazione del progetto

La prima cosa da fare creare siti web responsive è la pianificazione e l’analisi, che si può riassumere nei seguenti punti:

  • Definire gli obiettivi del sito web: vendere un prodotto? Offrire un servizio? Invitare a fare donazioni?
  • Identificare il pubblico di riferimento: qual è il target di riferimento? Quando progetti il tuo sito web, devi farlo nell’ottica dell’utente, non del designer.
  • Determina i requisiti del progetto: quali sono i requisiti indispensabili che il tuo sito web deve avere? Qual è il messaggio che deve trasmettere all’utente?
  • Raccolta informazioni sulle esigenze e le preferenze del target insieme a una ricerca di mercato per comprendere meglio la concorrenza e le tendenze del settore.
  • Infine, stabilisci la struttura del sito web, il flusso di navigazione e i contenuti di base, che verranno mantenuti sempre a prescindere dal device dal quale l’utente naviga sul tuo sito.

Adattare il layout del sito

Una pagina responsive deve rispondere ad alcuni requisiti:

  • Il layout deve essere formato da elementi semplici ed avere una struttura semplice, deve nascondere i contenuti che non sono essenziali e adattarsi al maggior numero di risoluzioni di schermo possibile.
  • Le immagini devono essere ottimizzate e di peso ridotto in modo da calibrarsi correttamente alla grandezza dello schermo;
  • L’interfaccia del sito web deve tener conto anche dell’interazione touch per essere mobile friendly.

Ottimizzazione delle immagini

Le immagini di grandi dimensioni rendono il vostro sito web lento, peggiorando di conseguenza l’esperienza di navigazione dell’utente.

L’ottimizzazione delle immagini rappresenta una tecnica cruciale volta a minimizzare la grandezza dei file attraverso l’impiego di plugin o script dedicati, con il risultato finale di velocizzare significativamente il caricamento delle pagine web.
Questo processo si avvale prevalentemente di due approcci di compressione: la compressione lossy, che riduce la dimensione dei file eliminando alcuni dati immagine non essenziali, e la compressione lossless, che conserva tutti i dati originali dell’immagine, permettendo una riduzione delle dimensioni senza compromettere la qualità. Entrambi i metodi offrono soluzioni efficaci per ottimizzare le immagini, bilanciando tra qualità visiva e prestazioni di caricamento.

Quando vogliamo ottimizzare un immagine per il nostro sito web, bisogna tener conto di questi fattori per avere un buon rapporto tra peso dell’immagine e qualità: 

  • Scegliere il formato giusto del file
  • Riduzione della qualità al ridurre delle dimensioni
  • Comprensione dell’ottimizzazione Lossy vs Losses
  • Quali sono gli strumenti e i programmi per ottimizzare le immagini

 

Test e verifica della compatibilità

L’ottimizzazione di un sito web si può dire finalmente conclusa alla fine della fase di test e verifica della compatibilità.
Senza test di compatibilità, il vostro sito risulterà ottimizzato solo per alcuni utenti, mentre sugli altri potrebbero verificarsi dei problemi.
Questi problemi di compatibilità sorgono soprattutto perché i browser interpretano il codice standard in modo diverso. Spesso può accadere che lavorando vi concentriate su un unico browser, dimenticando presto gli altri.

Per creare un sito responsive, i test di compatibilità sono importanti.
Anche i browser comuni, presenti sui sistemi operativi dei dispositivi mobili come Android, devono essere presi in considerazione. Quindi la funzionalità degli elementi della tua pagina web deve essere testata aprendola tramite differenti browser.

Ecco i browser che tendono a causare più problemi:

  • Le vecchie versioni di Internet Explorer, che difficilmente possono essere installate sul proprio computer;
  • Safari, che è impossibile da testare per gli utenti Windows e Linux;
  •  Le vecchie versioni dei browser per i dispositivi mobili, che presentano quasi tutte le stesse caratteristiche tecniche di base, ma si differenziano nei dettagli.

Per concludere, un sito web responsive è uno degli elementi chiave per aumentare il traffico web del tuo sito, migliorarne il posizionamento sui motori di ricerca e, più semplicemente, ottimizzare l’esperienza dell’utente.

Se il tuo sito ha un layout datato allora probabilmente dovrai pensare ad un restyle o creare un sito responsive da zero. Oggi giorno con le risorse disponibili non sarà un grande problema ma se desideri un sito in grado di convertire i visitatori in clienti, ad esempio, sarà sicuramente più efficace rivolgerti ad una agenzia di comunicazione.

Fai partire il tuo progetto
Contattaci oggi per scoprire come possiamo aiutarti a raggiungere il successo online.
Altri articoli che
potrebbero interessarti
Hubstrat.