hubstrat logo
blog
Hubstrat Global Agency
Autore
Condividi l'articolo
Share on linkedin
Share on facebook
Share on twitter

L’app ABCD conquista la fiducia del Parco del Partenio

Venerdì 30 luglio 2021 è stato firmato il Protocollo d’Intesa tra il Parco del Partenio e il Cratere degli Astroni. Un evento che lega indissolubilmente due grandi realtà boschive della Campania. 

A far “scoccare la scintilla” d’intesa è stata l’App ABCD, già in uso nella Riserva Cratere degli Astroni e adesso presentata come impiegata anche per il Parco del Partenio. 

Hanno presenziato al momento della firma del Protocollo d’Intesa, avvenuto al Circolo della Stampa di Avellino, i principali protagonisti di questo storico accordo: Francesco Iovino, Presidente del Parco del Partenio, Fabrizio Canonico, direttore della Riserva Naturale Oasi WWF Cratere degli Astroni, Francesco Serino, amministratore di NEXUS TLC srl, e Paola Neri, account executive e project manager dell’applicazione per conto di Hubstrat.  

Che cos’è l’app ABCD 

Tutto nasce da “ABCD – Astroni Bosco da Conoscere per Difendere”, progetto lanciato dalla Riserva Naturale Oasi WWF Cratere degli Astroni per preservare il territorio dall’incuria e dal rischio incendi. 

Un progetto sostenuto da Fondazione con il Sud che ha portato alla realizzazione dell’App ABCD, strumento che concretizza la possibilità di tutelare l’area della Riserva Naturale e le sue zone limitrofe.  

Tramite l’app è infatti possibile segnalare in tempo reale – con tanto di foto e testo allegato – eventuali zone o situazioni di rischio come principi d’incendio, rifiuti ammassati, sterpaglie pericolose. La segnalazione arriva alle autorità competenti, che effettuano immediatamente un sopralluogo e prendono provvedimenti qualora necessari. 

Un’applicazione che riesce quindi a far sì che siano gli stessi visitatori del parco e i cittadini che vivono nei suoi paraggi ad attivarsi perché questo venga tutelato e protetto. 

L’ideazione, lo sviluppo e la messa in operatività dell’app sono stati affidati ad Hubstrat e Nexus TLC, che hanno messo alla luce uno strumento semplice ed intuitivo, con cui fare la differenza diventa davvero un gioco da ragazzi.  

L’applicazione è gratuita, disponibile sia per IOS che per Android, e può essere utilizzata da chiunque voglia fare la sua parte nella salvaguardia del territorio. 

Il Protocollo d’Intesa

Il Parco del Partenio è la prima realtà regionale ad unirsi a questo nuovo modo di fare prevenzione sul territorio. Un’idea di prevenzione che Fabrizio Canonico ha fin da principio spinto perché divenisse strumento utile a tutti, senza mai immaginarla come esclusiva del Parco degli Astroni. 

“Abbiamo creato questa piattaforma – dice Canonico – per metterla a disposizione di tutte le aree protette che volessero fare di questi sistemi innovativi un’arma di contrasto ai fenomeni degli incendi e delle discariche”.  

L’accordo arriva in estate, un momento in cui l’argomento incendi torna sempre tristemente a far parlare di sé a causa del clima sempre più arido. 

“Stiamo vedendo – dice Iovino, presidente del Parco del Partenio – in questi giorni eventi drammatici di alluvioni, valanghe e incendi. Eventi che ci caricano di responsabilità. Sono quindi indispensabili strumenti come questa App per la salvaguardia del territorio”. 

Strumenti che, ricorda ancora Iovino, servono anche a consolidare la messa in sicurezza di un territorio che ha davvero tanto da offrire agli occhi dei suoi abitanti e dei turisti di tutto il mondo. 

Il Protocollo d’Intesa con il Parco del Partenio è quindi il primo, storico passo verso una salvaguardia delle aree boschive di nuova generazione, capace di fare della tecnologia il ponte verso un ambiente più sano e sicuro. 

Altri articoli che
potrebbero interessarti
Hubstrat.