hubstrat logo
blog
Hubstrat Global Agency
Autore
Condividi l'articolo
Share on linkedin
Share on facebook
Share on twitter

Twitch Marketing: 5 Cose che devi assolutamente sapere

twitch marketing

Twitch è stata la sorpresa social del 2020 e nel 2021 il Twitch marketing è un nuovo campo di investimento per le aziende che vogliono entrare in contatto con un pubblico giovanile difficilmente raggiungibile attraverso altri mezzi.
La piattaforma di live streaming nata nel 2011 dalle menti di Justin Kan & Emmett Shear e soffiata a Google da Amazon nel 2014, ha attualmente un traffico giornaliero di circa 15 milioni di utenti e 1.974.678 ore di streaming viste nel solo mese di agosto 2021 superando in termini di visibilità alcune delle più blasonate emittenti televisive statunitensi.
Un vero proprio palco dove, tramite il rapporto professionale tra Influencer e aziende, si può portare alla visione del pubblico il proprio brand attribuendogli un’immagine giovanile e fresca.
Per capire come funziona Twitch e il Twitch marketing c’è la necessità di comprendere a fondo non solo la sua storia, ma tutti i tecnicismi rappresentati dal sistema di affiliazione, da quello di Twitch ad e dall’influencer marketing, che rispondono ampiamente alla domanda “Come faccio a fare Twitch marketing?”.
Se per un approfondimento storico possiamo rimandarvi qui, nell’articolo che segue ci occuperemo degli aspetti più importanti del Twitch marketing, dividendoli in paragrafi.

Come Diventare Partner Twitch

Per compiere i primi passi nel Twitch marketing è fondamentale comprendere cos’è un programma partner e le sue differenze con il programma di affiliazione.
Il primo tassello per un creatore di contenuti è entrare a far parte del programma di affiliazione; con un numero complessivo di 50 follower e una media di circa 3 spettatori continuativi all’interno di un arco di tempo di 30 giorni, infatti, automaticamente si permette allo streamer di accedere a funzioni aggiuntive per il suo canale che gli permettono iniziare a guadagnare con Twitch: i bit, ovvero la valuta ufficiale di Twitch, le donazioni PayPal, gli annunci display ovvero i twitch ad e le subscribe (o sottoscrizioni).
Una sua evoluzione è il programma partner: un rapporto esclusivo con la piattaforma di Amazon che permette non solo di ampliare il margine di guadagno attraverso l’esonero dalle commissioni di pagamenti su donazioni e sottoscrizioni, ma anche la possibilità di personalizzare le vesti visive del canale come le emoticon e l’accesso a strumenti video fino a quel momento inaccessibili come le funzioni di transcodifica video.

Twitch Influencer Marketing e il Twitch Marketing per Brand

Il grande successo di Twitch sta proprio nell’influencer marketing e nel rapporto diretto che è alla base della creazione di community fortemente fidelizzate allo streamer, solitamente formate da giovani adulti tra i 17-24 anni con una buona formazione tecnologica e ben disposti a spendere.
Questo rappresenta una grande possibilità di investimento che i grossi marchi non si sono lasciati sfuggire: da Adidas passando per Nike e Redbull con i loro canali, arrivando alle grosse campagne sponsorizzate da Uber Eat, alla presenza di famosi calciatori (Come Neymar JR) ed ex calciatori (Come Antonio Cassano o Bobo Vieri) o il recente successo del canale della deputata americana Alexandria Ocasio-Cortez in ambito politico.
Uno dei casi più interessanti del Twitch influencer marketing è quello però di Gillette.
In un momento in cui l’azienda si trovava in grosse difficoltà finanziarie dovuto ad un contatto pessimo con le nuove generazioni venne messa in atto una campagna di rinnovamento del suo linguaggio.
La piattaforma scelta a supporto di questo rinnovamento fu proprio Twitch e per Gillette mai scelta fu più giusta di questa.
Sponsorizzando prima squadre professionistiche e poi specifici professionisti di e-sport e culminando nella creazione del suo personale torneo di giochi digitali, Gillette riuscì a riequilibrare i conti ottenendo risultati incredibili in termini di engagement, rientrando in contatto con quella fetta di pubblico con cui non comunicava da tempo e che ora rappresenta una grande parte del suo audience.
È importante tenere bene a mente che il pubblico e i contenuti di twitch non sono contenuti di nicchia bensì prodotti con un ampio raggio di pubblico: mettersi in gioco senza entrare in sintonia con la sua cultura scanzonata vorrebbe dire andare in contro ad una campagna controproducente.

Le Twitch Ad

Le Twitch Ad sono uno strumento alternativo all’influencer marketing ed un elemento importantissimo per il Twitch marketing.
Twitch offre agli investitori la possibilità di posizionarsi con annunci tradizionali da 30/60 secondi pre-roll e mid-roll sia desktop che mobile, con homepage carousel a rotazione o con le cosiddette “Super Leaderboard” in intestazione alle pagine.
Le campagne possono essere personalizzate per il brand o in accordo con un singolo creatore di contenuti: il costo, variabile in base a diversi fattori come la stagionalità, il sesso, l’età e la posizione dello spettatore e del contenuto, generalmente si aggira tra gli 8-10 dollari.

Dei ferrei regolamenti: un’assicurazione per il Twich marketing

La sicurezza su Twitch non è presa sotto gamba, le live stream vengono controllate costantemente dallo staff di Twitch che sottopone i canali a delle linee guida ferree che vengono frequentemente aggiornate.
Differentemente da Facebook o Twitter, dove una prima violazione viene solitamente perdonata, su Twitch il discorso cambia: violare il codice di condotta può portare a severe conseguenze già nell’immediato come ban mensili o addirittura definitivi per i casi più gravi.
Una volta bannato per lo streamer non c’è nulla da fare: apparire in altri streaming o in streaming di altre piattaforme aggraverebbe il ban già dato da Twitch che lo estenderebbe anche al canale ospitante.
Delle regole severe è vero, ma anche delle assicurazioni in più verso i brand e gli investitori che vogliono iniziare a fare Twitch marketing.

Perché fare Twitch Marketing è la scelta giusta per il tuo brand

Come abbiamo accennato già in cima a questo articolo Twitch ha enorme volume di traffico mensile (4,753,443 visualizzazioni totali nel solo Agosto 2021) e settimanale (2,623,406 views nell’ultima settimana): nel solo Q3 del 2020 gli utenti hanno visualizzato circa 4.7 Miliardi di ore di live e almeno la metà degli utenti ha speso più di 20 ore a settimana guardando uno streaming, spendendo giornalmente circa un’ora e mezza al giorno.
È tramite i dati che ci rendiamo conto delle possibilità dettate dal Twitch marketing e di come questo abbia un fortissimo campo di influenza.
Ma non sono solo i numeri a convincerci: la potenzialità del twitch marketing deriva per lo più dal grande successo dell’interazione diretta.
Il rapporto che nasce fra creator e utente si basa su un’interazione giornaliera in tempo reale che favorisce una connessione emotiva con il singolo utente, rendendo il rapporto molto più personale di qualunque altro social: in termini di Twitch marketing si traduce in una forte fiducia del singolo utente nei confronti dei prodotti presentati dallo streamer di riferimento.
Questa interazione giornaliera inoltre permette di costruire community sempre più forti e fidelizzate tra di loro, delle vere e proprie reti di condivisione sia di passioni che guide all’acquisto, inserirsi in questo rapporto per i brand è fondamentale per sfruttare a pieno le possibilità date dal Twitch Marketing.
Sei un creatore di contenuti alla ricerca di un piano editoriale affidabile e di un agenzia che ti permetta di crescere nei contatti professionali?
Sei un imprenditore alla ricerca di un’impresa che riesca a metterti in contatto con gli influencer più adatti ai tuoi prodotti?
Hubstrat è ciò che fa per te.
La nostra passione per l’innovazione e la nostra esperienza sono al tuo servizio, ti aiuteremo a creare rapporti solidi con enti, realtà e persone influenti nel mercato di riferimento, veicolando ogni messaggio sui canali e con i mezzi più adeguati: testate giornalistiche, blog, siti di rilievo, tv, radio, social.

Altri articoli che
potrebbero interessarti
Hubstrat.